bonartro

L’integratore di ultima generazione che interviene sul dolore di ossa e articolazioni non solo alleviando i sintomi, ma agendo sulle cause.

Rimedi naturali
per artrosi

Il collagene allevia il dolore dovuto alle articolazioni infiammate o con cartilagini consumate.
Agisce sulle cellule incaricate della costruzione del tessuto cartilagineo, bloccando la loro degradazione, favorendone la riparazione e quindi la scomparsa del dolore.

Rimedi naturali
per mal di schiena

Il mal di schiena può essere causato da lesioni o stimolazioni eccessive e non corrette della colonna vertebrale. BONARTRO oa® fornisce all’organismo il nutrimento necessario alla riparazione delle articolazioni vertebrali e quindi alla risoluzione del dolore alla sua origine.

Osteoporosi
e collagene

L’osteoporosi interessa maggiormente le donne in menopausa, il cui organismo fatica a depositare il calcio nelle ossa. BONARTRO oa® fornisce all’organismo collagene, calcio e vitamina D, favorendo il deposito del calcio nelle ossa e ridando ad esse rigidità e solidità.

Affrontare la cervicale
con il collagene

Il collagene fornisce i nutrienti necessari al rinnovamento delle articolazioni della zona cervicale.
Il rinnovamento cellulare porta alla diminuzione del dolore causato da stiramenti, microtraumi, tensioni muscolari, eccessivo stress muscolare.

BONARTRO oa®rafforza le difese naturali dell’organismo intervenendo sulle carenze di collagene, sale di calcio e vitamina D.
Affronta le affezioni osteoarticolari intervenendo sulla componente carenziale che le accomuna, condizionandone l’esordio, l’evoluzione e gli esiti.

BONARTRO oa® è un integratore alimentare concepito in maniera rigorosamente scientifica per soddisfare le esigenze metaboliche dell’apparato osteoarticolare.
BONARTRO oa® è il frutto di una ricerca italiana all’avanguardia nella valorizzazione in chiave moderna dei farmaci che combattono le malattie non sostituendosi all’organismo, ma rafforzandone le difese naturali.

Scopri di più

CIÒ CHE FA LA DIFFERENZA

Molti sono i prodotti a base di collagene: BONARTRO oa® si distingue per il dosaggio e la preparazione. Il collagene è parzialmente idrolizzato, così da facilitarne l’assorbimento. Una bustina ne contiene 7 g: una quantità nettamente superiore a quella contenuta in prodotti simili (che ne contengono in media 0,5 g).Scopri di più
Provalo subito

UTILIZZO E BENEFICI

L’efficacia di BONARTRO oa® è misurabile dopo circa 3 settimane di assunzione regolare.
Consigliamo il consumo di una bustina al giorno per 40 giorni, preferibilmente prima della colazione, da disperdere in yogurt, acqua, latte o succo di frutta.Provalo subito

Vuoi saperne di più?
Ti risponderemo entro 48h.

helpTel. 06-6638839 dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 16 dal lunedì al venerdì, festivi esclusi.

 Presto il mio consenso al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nella privacy policy
Leggi l'informativa.

Scopri le qualità di BONARTRO oa®

Come si assume BONARTRO oa®

BONARTRO oa®  è indicato per:

  • Lombalgie
  • Dolore al ginocchio
  • Artrosi
  • Mialgie da sport
  • Mal di schiena
  • Artrite scapolo omerale
  • Coxartrosi
  • Cervicale
  • Osteoartrite
  • Osteoporosi
  • Fratture

Affiancato ai farmaci di uso corrente ne completa l’azione e ne riduce la necessità di utilizzo.

Da sapere

L’apparato osteoarticolare è un tessuto vivo. L’osso, in particolare, è soggetto a un incessante processo di rinnovamento ad opera degli osteoclasti, le cellule che lo riassorbono, e degli osteoblasti, le cellule che lo rigenerano.

Il cuore di questo processo è il collagene, una proteina che deposita i sali minerali che induriscono l’osso e tesse le fibrille elastiche che conferiscono la resistenza alle trazioni e distorsioni.

Tuttavia, se prevale il riassorbimento, l’osso si indebolisce ed è facilmente esposto a microtraumi dolorosi o, addirittura, a fratture.

Purtroppo il collagene è soggetto a una perdita continua, che l’organismo non sempre riesce a compensare. Succede, in particolare, con l’invecchiamento, le attività sportive e lavorative usuranti, la gravidanza, le pesanti terapie antitumorali e antinfiammatorie.

Ecco allora che, in concorso con altre cause più specifiche, l’indebolimento dell’apparato osteoarticolare si traduce nell’osteoporosi e in altre affezioni comuni come lombalgie, dolori e mialgie, cervicale, artriti.

Si tratta di un processo fisiologico ben noto in medicina, ma sottovalutato e addirittura trascurato negli studi moderni. L’attenzione su questo processo è stata riportata da uno scienziato italiano, il Prof. Bruno Silvestrini,  cresciuto alla scuola di Daniel Bovet, Premio Nobel per la medicina, e di Vittorio Erspamer, un grande maestro di Scienza della Biologia in Medicina (Silvestrini, 2014).

BONARTRO oa® agisce su questo processo fisiologico: fornisce all’organismo collagene idrolizzato (quindi di facile assimilazione) e lo associa ad altri due componenti naturali indispensabili per il corretto nutrimento cellulare e il funzionamento dell’apparato osteoarticolare: il calcio e la vitamina D.

BONARTRO oa® inoltre fornisce una dose di collagene superiore alla media degli altri prodotti a base di collagene: 7 g anziché 0,5 g. L’apporto necessario per soddisfare il fabbisogno giornaliero.

  1. Adam M. Therapie Der Osteoartrose – Welche Wirkung Haben Gelatine Präparate. Therapiewoche, 1991; 41:2450-2461
  2. Adam M, Clark K, Kasper H, Künzel D, Moskowitz R, Oesser S, Pförringer W, Puhl W, Rippe JM, Seifert J, Wahle K. Collagen Hydrolysate and its Relationship to Joint Health. A Scientific Compendium. GELITA Health Initiative, 2004
  3. Adami S, Bertoldo F, Brandi ML et al. Linee guida per la diagnosi, prevenzione e terapia dell’osteoporosi. Reumatismo 2009; 61(4):1-25
  4. Almustafa M, Doyle FH, Gutteridge DH, Hand DJ, Davis TM, Spinks TJ, Freemantle C, Joplin GF. Effects of treatments by calcium and sex hormones on vertebral fracturing in osteoporosis. Q J Med New Series, 1992; 83:283-294
  5. Aloia JF, Ross P, Vaswani A, Zanzi I, Cohn SH. Rate of bone loss in postmenopausal osteoporotic women. Am J Physiol, 1982; 242:E82-E86
  6. Ameye LG, Chee WSS. Osteoarthritis and nutrition. From nutraceuticals to functional foods: a systematic review of the scientific evidence. Arthritis Res Ther, 2006; 8(4):R127
  7. Amprino R. Studi sul significato meccanico delle fibrille collagene della cartilagine jalina dell’uomo. Ricerche descrittive e sperimentali in individui di varia età. Eingenangen Ann, 1938
  8. Athenstedt H. Pyroelectric and piezoelectric properties of vertebrates. Ann NY Acad Sci, 1974; 238:68-110
  9. Bagchi D. Effects of orally administrated undenaturated type II collagen against arthritic inflammatory diseases. A mechanicistic exploration. J. of Clin. Pharmachol. Research, 2002; 22(3-4):101-110
  10. Barnett ML, Kremer JM, Clegg DO, Furst D, Weisman M, Fletcher MJ, Chasan-Taber S, Finger E, Morales A, Le CH, Trentham DE. Treatment of rheumatoid arthritis with oral type II collagen. Results of a multicenter, double-blind, placebo-controlled trial. Arthritis Rheum. 1998; 41(2):290-297
  11. Bauer EA. Collagen in the Physiology and Pathology of Connective Tissue. Arch Dermatol. 1980; 116(1):120-121
  12. Bell J, Whiting SJ. Elderly women need dietary protein to maintain bone mass. Nutr Rev, 2002; 60:337-341 Review
  13. Bello AE, Oesser S. Collagen hydrolysate for the treatment of osteoarthritis and other joint disorders: a review of the literature. Curr Med Res Opin, 2006; 22(11):2221-2232
  14. Benito-Ruiz P, Camacho-Zambrano MM, Carrillo-Arcentales JN, Mestanza-Peralta MA, Vallejo-Flores CA, Vargas-Lopez SV, Villacis-Tamayo RA, Zurita-Gavilanes LA. A randomized controlled trial on the efficacy and safety of a food ingredient, collagen hydrolysate, for improving joint comfort. Int J Food Sci Nutr, 2009; 12:1-15
  15. Berg RA, Kerr JS. Nutritional aspects of collagen metabolism. Annu Rev Nutr. 1992; 12:369-390
  16. Beuker F, Rosenfeld ET. Biochemicals and clinical examination on the effect of regular application of gelatin on degenerative damages of the motoric system. Int J Sports Med, 1996; 17(suppl 1):S67-S70
  17. Bianchi ML. Osteoporosis in children and adolescents. Bone, 2007; 41(4):486-495
  18. Bijlsma JW. Milk consumption and osteoarthritis: a doubtful connection. Clin Exp Rheumatol, 2004; 22:387–388
  19. Bjelakovic G, Gluud LL, Nikolova D, Whitfield K, Wetterslev J, Simonetti RG, Bjelakovic M, Gluud C. Vitamin D supplementation for prevention of mortality in adults. Cochrane database of systematic reviews (Online) 2011; 7
  20. Bonjour JP, Ammann P, Chevalley T, Rizzoli R. Protein intake and bone growth. Can J Appl Physiol, 2001; 26 Suppl:S153-166 Review
  21. Bronner F. Extracellular and intracellular regulation of calcium homeostasis. Scientific World Journal, 2001; 22(1):919-925
  22. Bruyère O, Zegels B, Leonori L, Rabenda V, Janssen A, Bourges C, Reginster JY. Effect of collagen hydrolysate in articular pain: A 6-month randomized, double-blind, placebo controlled study. Complementary Therapies in Medicine, 2012; 20(3):124-130
  23. Burgeson RE et al. Collagen types. Molecular structure and tissue distribution. Anthrop Relat Res., 1992; (282):250-272
  24. Caniggia A, Nuti R, Galli M, Lore F, Turchetti V, Righi GA. Effect of a long-term treatment with 1,25-dihydroxyvitamin D3 on osteocalcin in postmenopausal osteoporosis. Calcif Tissue Int, 1986; 38(6):328-332
  25. Caniggia A, Nuti R, Lore F, Martini G, Turchetti V, Righi GA. Long-term treatment with calcitriol in postmenopausal osteoporosis. Metabolism, 1990; 39(4):43-49
  26. Christensen B, Dandanell S, Kjaer M, Henning Langberg H. Effect of anti-inflammatory medication on the running-induced rise in patella tendon collagen synthesis in humans. Journal of Applied Physiology. 2011; 110:137-141
  27. Chung M, Balk EM, Brendel M, Ip S, Lau J, Lee J, Lichtenstein A, Patel K, Raman G, Tatsioni A, Terasawa T and Trikalinos TA. Vitamin D and calcium: a systematic review of health outcomes. Evidence report/technology assessment, 2009; 183:1–420
  28. Cinseros D et al. Observing growth steps of collagen self-assembly by time-lapse high-resolution atomic force microscopy. of Structural Biol., 2006; 154:232
  29. Clark KL, Sebastianelli W, Flechsenhar KR, Aukermann DF, Meza F, Millard RL, Deitch JR, Sherbondy PS, Albert A. 24-Week study on the use of collagen hydrolysate as a dietary supplement in athletes with activity-related joint pain. Curr Med Res Opin., 2008; 24(5):1485-1496
  30. Cooper C, Atkinson EJ, Hensrud DD, Wahner HW, O’Fallon WM, Riggs BL, Melton LJ 3rd. Dietary protein intake and bone mass in women. Calcif Tissue Int.; 58(5):320-325
  31. Crowley DC, Lau FC, Sharma P et al. Safety and efficacy of undenatured type II collagen in the treatment of osteoarthritis of the knee: A clinical trial. Int J Med Sci 2009; 6:312-321
  32. Dahners LE, Mullis BH. Effects of Nonsteroidal Anti-Inflammatory Drugs on Bone Formation and Soft-Tissue Healing. J Am Acad Orthop Surg. 2004; 12:139-143
  33. Dawson-Hughes B. Interaction of dietary calcium and protein in bone health in humans. J Nutr, 2003; 133(3):852S-854S
  34. De Padova MP, TOSTI A- Gelatin – Cyctine in seborrheic alopecia. J Appl. Cosmetol 1986; 4:55-60
  35. Dietary Supplement Fact Sheet: Vitamin D. Office of Dietary Supplements (ODS) National Institutes of Health (NIH). http://ods.od.nih.gov/factsheets/vitamind/. 2010
  36. Di Lullo GA, Sweeney SM, Körkkö J, Ala-Kokko L and San Antonio JD. Mapping the ligand-binding sites and disease-associated mutations on the most abundant protein in the human, Type I Collagen. J. Biol. Chem. 2002; 277(6):4223–4231
  37. Dowd FJ. Saliva and dental caries. Dent Clin North Am. 1999; 4(4):579-597
  38. Fraser DR. Regulation of the metabolism of vitamin Physiol Revi, 1980; 60(2):551-561
  39. Fujii K, Tajiri K, Kajiwara T, Tanaka T, Murota K. Effects of NSAID on collagen and proteoglycan synthesis of cultured chondrocytes. J Rheumatol Suppl. 1989; 18:28-31
  40. Garcia-Mediabilla MV et al. Risposta dei condrociti articolari coltivati in vitro sotto gli effetti di Zeel® La Med. Biol., 2004; 3:98-102
  41. Garcia L et al. Suppression of collagen-induced arthritis by oral or nasal administration of type II collagen. J Autoimmun 1999; 13:315-324
  42. Gartner LP, Hiatt JL. ”Istologia”. II edizione – EdiSES, 2002:75-79
  43. Gronemann ST et al. Collagen and muscle pathology in fibromyalgia patients. Rheumatology 2004; 43: 27-31
  44. Guyton CA, Hall JE. “Textbook of Medical Physiology”. WB Saunders Company, 1996:985-999
  45. Handson F, Teller Z. A Placebo-Controlled Study of Collagen Hydrolysate in Subjects with Knee Osteoarthritis (in press), 2010
  46. Heaney RP. Excess dietary protein may not adversely affect bone. J Nutr, 1998; 128(6):1054-1057 Review
  47. Henroti Y C. Lambert, D. Couchourel, C. Ripoll, E. Chiotelli. Nutraceuticals: Do they represent a new era in the management of osteoarthritis? A narrative review from the lessons taken with five products. Osteoarthritis Cartilage, 2011; 19:1-21
  48. Holick MF, Krane SM. Introduction to bone and mineral metabolism. Bone structure and metabolism. In: Braunwald E, Fauci AS, Kasper DL, Hauser SL, Longo DL, Jameson JL, editors. Harrison’s principles of internal medicine. New York: McGraw-Hill; 2001:2192-2205
  49. Holmbeck K, Bianco P, Caterina J, Yamada A, Kromer M, Kuznetsov SA, Mankani M, Gehron Robey P, Poole AR, Pidoux I, Ward JM and Birkedal-Hansen H. MT1-MMP-Deficient mice develop dwarfism, osteopenia, arthritis, and connective tissue disease due to inadequate collagen turnover. Cell, 1999; 99:81–92
  50. Jowsey J, Raisz LG. Experimental osteoporosis and parathyroid activity. Endocrinology, 1968; 82(2):384-396
  51. Karr JC, Taddei AR, Picchietti S, Gambellini G, Fausto AM, Giorgi F. A Morphological and Biochemical Analysis Comparative Study of the Collagen Products Biopad, Promogram, Puracol, and Colactive. Advances in skin and wound care. 2011; 4:208-216
  52. Kastelic J et al. The multicomposite structure of tendon. Connective Tissue Research, 1978; 6:11-23
  53. Kenneth Smith M, Rennie J. and Kjaer M, Miller BF, Hansen M, Olesen JL, Schwarz P, Babraj JA. Tendon collagen synthesis at rest and after exercise in women. J Appl Physiol, 20047; 102:541-546
  54. Kerstetter JE, O’Brien KO, Insogna KL. Low protein intake: the impact on calcium and bone homeostasis in humans. J Nutr 2003; 133(3):855S-861S Review
  55. Krieg MA, Jacquet AF, Bremgartner M, Cuttelod S, Thiébaud D, Burckhardt P. Effect of supplementation with vitamin D3 and calcium on quantitative ultrasound of bone in elderly institutionalized women: a longitudinal study. Osteoporos Int 1999; 9(6):483-488
  56. Lacour B, Tardivel S, Drueke T. Stimulation by citric acid of calcium and phosphorus bioavailability in rats fed a calcium-rich diet. Miner Electrolyte Metab, 1997; 23(2):79-87
  57. Lanas A, García-Gonzalez A, Esteva F, Piazuelo E, Jimenez P, Morandeira J.R. Collagen Secretion by Human Gastric and Skin Fibroblasts: Implications for Ulcer Healing. España Eur Surg Res, 1998; 30:48-54
  58. Lane NE, Gore LR, Cummings SR, Hochberg MC, Scott JC, Williams EN, Nevitt MC. Serum vitamin D levels and incident changes of radiographic hip osteoarthritis: a longitudinal study. Study of Osteoporotic Fractures Research Group. Arthritis Rheum. 1999; 42:854–860
  59. Lenander-Lumikari M and Loimaranta V. Saliva and dental caries. Dent. Res. 2000; 14:40-47
  60. Lynsenmeyer TF. Collagen. In: Hay ED (Ed); Cell Biology of Extracellular matrix. 2nd ed., New York and London: Plenum; 1991:7-44
  61. Mackey AL et al. Changes in human muscle collagen content following exercise. Muscle Res Cell Motil, 2002:23-29
  62. Marcus R. Agents affecting calcification and bone turnover. in “Goodman & Gilman’s – The Pharmacological Basis of Therapeutics”, Hardman JG and Limbird LE editors, McGraw-Hill Publishing Company, 1996:1519-1546
  63. Matković V, Kostial K, Simonovic I, Bulina R, Brodarec A, Nordin BE. Bone status and fracture rates in two regions of Yugoslavia. Am J Clin Nutr, 1979; 32(3):540-549
  64. Mays PK et al. Age-related changes in the proportion of types I and III collagens. Mech Ageing Dev, 1988; 45(3); 203-212
  65. Morganti P, Bruno C, Colelli G. Gelatina – cistina. Cheratogenesi e struttura pilifera. Boll, Soc, It. Sper. 1983; 59:20
  66. Morganti P, Randazzo SD, Bruno C. Effect of gelatin cysteine on hair after a three months treatment. Soc. Cosmet. Chemists, 1982; 33:95
  67. Moskowitz RW. Role of Collagen Hydrolysate in Bone and Joint Disease. Seminars in Arthritis and Rheumatism, 2000; 30(2):87-99
  68. Niyibizi C et al. Type V collagen is increased during rabbit medial collateral ligament healing. Knee Surgery, Sports Traumatology, Arthroscopy, Vol 8, 5/Sept, 2000
  69. Nordin BE, Horsman A, Crilly RG, Marshall DH, Simpson M. Treatment of spinal osteoporosis in postmenopausal women. Br Med J, 1980; 280:451-455
  70. Notelovitz M. Estrogen therapy and osteoporosis: principles and practice. Am J Med Sci 1997; 313(I):2-12
  71. Oesser S, Seifert J. Stimulation of type II collagen biosynthesis and secretion in bovine chondrocytes cultured with degraded collagen. Cell Tissue Res. 2003; 311:393–399
  72. Oesser S, Adam M, Babel W, Seifert J. Oral administration of (14)C labeled gelatin hydrolysate leads to an accumulation of radioactivity in cartilage of mice (C57/BL). J Nutr, 1999; 29(10):1891-1895
  73. Olsen BR. Collagen Biosynthesis. In: Hay ED (Ed); Cell Biology of Extracellular matrix. 2nd ed., New York and London: Plenum; 1983:139-178
  74. Paulsen S. Review of nutritional supplements for the treatment of cartilage degeneration. 2008
  75. PDR – Physicians’ Desk Reference for Nutritional Supplements. First Edition – Medical Economics. Thomson Healthcare (Monografia Calcio – pag. 74 e seguenti), 2001
  76. Pittas AG, Chung M, Trikalinos T, Mitri J, Brendel M, Patel K, Lichtenstein AH, Lau J and Balk, EM. Systematic review: Vitamin D and cardiometabolic outcomes. Annals of internal medicine, 2010; 152(5):307–314
  77. Pointillart A, Gueguen L. Meal-feeding and phosphorus ingestion influence calcium bioavailability evaluated by calcium balance and bone breaking strength in pigs. Bone Miner, 1993; 21(1):75-81
  78. Pointillart A, Colin C, Lacroix HC, Gueguen L. Mineral bioavailability and bone mineral contents in pigs given calcium carbonate postprandially. Bone, 1995; 17(4):357-362
  79. Policar M, Silvestrini B. Preparation pour le traitement de l’osteoporose et pour favoriser la reparation des fractures osseuses A61K31/195 (1998)
  80. Proksch E1, Segger D, Degwert J, Schunck M, Zague V, Oesser S. Oral supplementation of specific collagen peptides has beneficial effects on human skin physiology: a double-blind, placebo-controlled study. Skin Pharmacol Physiol. 2014; 27(1):47-55
  81. Promislow JH, Goodman-Gruen D, Slymen DJ, Barrett-Connor E. Protein consumption and bone mineral density in the elderly : the Rancho Bernardo Study. Am J Epidemiol 2002; 155(7):636-644
  82. Reference Intakes for Calcium and Vitamin D. (2011) Page 5
  83. Reid IR, Ames RW, Evans MC, Gamble GD, Sharpe SJ. Effect of calcium supplementation on bone loss in postmenopausal women. N Engl J Med, 1993; 328(7):460-464
  84. Rennie MJ. Teasing out the truth about collagen. J Physiol. 1999; 521(Pt 1):1
  85. Riley GP et al. Tendon degeneration and chronic shoulder pain: changes in the collagen composition of the human rotator cuff tendons in rotator cuff tendinitis. Annals of the Rheumatic Diseases, 1994; 53:359-366
  86. Rizzoli R, Ammann P, Chevalley T, Bonjour JP. Protein intake and bone disorders in the elderly. Joint Bone Spine, 2001; 68(5):383-392
  87. Rizzuto R. The collagen mitochondria connection. Genet., 2003; 35:300-301
  88. Rohanizadeh RSwain MVMason RS. Gelatin sponges (Gelfoam) as a scaffold for osteoblasts. J Mater Sci Mater Med., 2008; 19(3):1173-1182 (*)
  89. Savolainen J et al. Effect of immobilization on collagen synthesis in rat skeletal muscles. J Physiol, 1987; 252:883-888
  90. Scala J, Hollies NRS and Shucher KP. Effects of daily gelatin ingestion on human scalp hair. Report. Inter. 1976, 13:679-592
  91. Severs GA, Griffin T, Werner-Wasik M. Cicatricial alopecia secondary to radiation therapy: case report and review of the literature. Cutis. 2008; 81(2):147-153
  92. Shapiro R, Heaney RP. Co-dependence of calcium and phosphorus for growth and bone development under conditions of varying deficiency. Bone, 2003; 32(5):532-540
  93. Shuster S. Osteoporosis, a unitary hypothesis of collagen loss in skin and bone. Medical hypotheses, 2005; 65(3):426–432
  94. Silvestrini B. Il farmaco moderno. Un patto esemplare tra uomo e natura, pp. 96-98. Carocci editore @ Città della scienza, 2014
  95. Silvestrini B. Method for increasing hair growth. US 4749684 (1988)
  96. Silvestrini B, Bonanomi M. A method for treating dry eye with oral gelatin. ITRM20100325 (A1) (2011)
  97. Silvestrini Bruno e Kirschner Günther. Integratori alimentari e dietetici contenenti gelatina idrolizzata e loro uso in campo medico-sanitario. IT 1299131 (2000)
  98. Simsek FA, Onder Pamuk H and Cuneyt TAS. A synthesis of calcium hydroxyapatite bioceramic powders at 37°C by using synthetic body fluids. XI National Chemistry Conference (KIMYA-97), June 16-20, 1997
  99. Slepchenko BM, Bronner F. Modeling of transcellular Ca transport in rat duodenum points to coexistence of two mechanisms of apical entry. Am J Physiol Cell Physiol, 2001; 281(1):C270-281
  100. Spencer H, Kramer L, De Bartolo M, Norris C, Osis D. Further studies of the effect of a high protein diet as meat on calcium metabolism. Am J Clin Nutr, 1983; 37(6):924-929
  101. Sullivan TW, Douglas JH, Gonzalez NJ, Bond PL Jr. Correlation of biological value of feed phosphates with their solubility in water, dilute hydrogen chloride, dilute citric acid, and neutral ammonium citrate. Poult Sci, 1992; 71(12):2065-2074
  102. Sumida E. The effect of oral ingestion of collagen peptide on skin hydration. Journal of Nutritional Food 2004; 7(3):45
  103. Toba Y, Kato K, Takada Y, Tanaka M, Nakano T, Aoki T, Aoe S. Bioavailability of milk micellar calcium phosphate-phosphopeptide complex in rats. J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo), 1999; 45(3):311-323
  104. Trč T, Bohmová J. Efficacy and tolerance of enzymatic hydrolysed collagen (EHC) vs. glucosamine sulphate (GS) in the treatment of knee osteoarthritis (KOA). Springer, 2010
  105. Trentham DE et al. Autoimmunity to type II collagen. An experimental model of arthritis. JEM, 1977; 164(3):857
  106. Trentham DE et al. Effects of oral administration of type II collagen on rheumatoid arthritis. Science, 1993; 261(5129):1727-1730
  107. Trentham DE. Collagen arthritis as a relevant model for rheumatoid arthritis. Arthritis and Rheumatism. 1982; 25(8):911-916
  108. Tyson TL. The Effect of Gelatin on Fragile Finger Nails. The Journal of Investigative Dermatology, 1950; 14:323–325
  109. Ushiki T, Ide C. Three-dimensional organization of the collagen fibrils in the rat sciatic nerve as revealed by transmission- and scanning electron microscopy. Cell Tissue Res., 1990; 260(1):175-184
  110. Van der Rest M et al. Collagen family of proteins. FASEB J., 1991; 13:2814-2823
  111. Wallace JL. Prostaglandins, NSAIDs, and Gastric Mucosal Protection: Why Doesn’t the Stomach Digest itself? Physiological Reviews, 2008; 88:1547-1565
  112. Xu D, Shen W. Chicken collagen type II reduces articular cartilage destruction in a model of osteoarthritis in rats. West Ind Med J, 2007; 56:3
  113. Yunus MB et al. Pathologic changes in muscle in primary fibromyalgia syndrome. Am J Med, 1986; 81(3A):38-42
  114. Zaloga GP, Chernow B. Hypocalcemia in critical illness. JAMA 1986; 256(14):1924-1929

Composizione

  • Collagene idrolizzato
  • Calcio fosfato tribasico
  • Vitamina D3 (colecalciferolo)
  • Acido citrico anidro
  • Aromi (fragola e limone)
  • Edulcoranti (saccarina e aspartame)

Analisi media

Per 1 bustina Per 100g % RDA
Collagene idrolizzato 7,0g
76.2 g
0 %
Calcio 400,0 mg
4.4 g
50 %
Vitamina D3 (colecalciferolo) 2,5 mcg (100U.I.)
27.7 mcg
50 %

Informazioni nutrizionali

(per dose giornaliera)

Valori energetici

28 kcal

Proteine

7 g

Carboidrati

0,00

Grassi

0,00

Una forma brevettata di collagene

BONARTRO oa®, al pari di molti altri preparati contiene collagene, ma è l’unico a garantirne le dosi indispensabili per soddisfare il fabbisogno del nostro organismo. Inoltre il particolare grado di idrolisi ne assicura l’assimilazione.

Livelli plasmatici di aminoacidi sottratti del valore basale (nmol/ml) dopo somministrazione orale di gelatina idrolizzata e gelatina alla dose di 100mg/Kg;

Valori in Conc.Plasm.AA(Tot.nmoli/ml)

  • Collagene parzialmente idrolizzato (BONARTRO oa®)
  • Collagene nativo

Informazioni

Una scatola contiene 20 bustine.
Una bustina al giorno, preferibilmente prima della colazione, da disperdere in yogurt, acqua, latte o succo di frutta. Il preparato è di gusto gradevole e va assunto regolarmente
Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Conservare il prodotto in luogo fresco ed asciutto e non esporre alla luce. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Non superare la dose giornaliera consigliata.
BONARTRO oa® è frutto della ricerca italiana ed è tutelato e certificato da brevetto

BREVETTO IT 1221757

BREVETTO US 4749684

BREVETTO IT 1299131

bonartro

Testimonianze

Dopo l’intervento al ginocchio e l’impianto della protesi, avvertivo molto dolore. Ho utilizzato BONARTRO oa® e dopo 42 giorni posso dire di non sentire alcun male
Luigi, 65 anni
Mia madre, ultraottantenne con protesi all’anca, dopo aver iniziato a usare BONARTRO oa®, ha smesso di utilizzare il bastone per camminare
Maria Giovanna
Soffro di un grave handicap che non mi permette di camminare. Eppure dopo aver iniziato ad utilizzare BONARTRO oa® noto grandissimi miglioramenti nell’articolazione del ginocchio
Paolo, 37 anni
BONARTRO oa® ha completamente risolto i miei problemi alle articolazioni delle spalle e del ginocchio. Sono piacevolmente stupito, poiché erano anni che mi trascinavo il problema senza trovare soluzione
Dottor G. B.
In famiglia, sia io che mio fratello abbiamo avuto problemi ai legamenti e alla cartilagine del ginocchio. Ho provato BONARTRO oa® e, nel giro di qualche tempo, ho percepito maggiore sicurezza nel movimento. Anche gli esami medici lo hanno accertato.
Emanuela, 27 anni
Lo sport è la mia vita! BONARTRO oa® mi permette di percepire meno affaticamento muscolare, soprattutto quando per motivi di lavoro sono obbligato a rallentare i ritmi e perdo un po’ di allenamento…”
Dottor M. B.
Sono un medico di famiglia ed esercito ancora la mia professione.
Negli ultimi anni avvertivo un dolore sempre più intenso all’anca, che mi impediva alcuni movimenti. Da un anno ho cominciato ad assumere quotidianamente Bonartro.
Dopo 2 mesi il dolore si è attenuato e riesco a salire le scale con minore difficoltà. Sono molto costante e tutti i giorni assumo a colazione la mia bustina di Bonartro.
Lo prescrivo a tutti i pazienti che lamentano dolori articolari in genere.
Francesco, 94 anni, Roma
Prescrivo da circa un anno Bonartro in particolare ai pazienti con problemi all’articolazione del ginocchio. Confesso che inizialmente ero piuttosto scettico sull’uso di integratori. Mi sono ricreduto quando i primi pazienti hanno cominciato a riportare diminuzione sensibile del dolore. Molti pazienti hanno ripreso l’attività fisica.
Domenico, Ortopedico - Roma
Sono sempre stata una donna dinamica e attiva e 3 volte a settimana vado in palestra.
Negli ultimi anni ho dovuto smettere di fare alcune attività che comportavano la sollecitazione del ginocchio. Un anno fa ho iniziato a prendere con costanza Bonartro e dopo 20 giorni ho notato un netto miglioramento. Sono passati diversi mesi e ho ripreso a frequentare tutte le lezioni in palestra, comprese quelle che utilizzano lo step.
Gabriella, 72 anni - Perugia
Per effetto di un’artrosi abbastanza diffusa in varie parti del corpo e nelle articolazioni, da due mesi sto assumendo Bonartro: già da più di venti giorni i dolori sono praticamente scomparsi, salve qualche sporadico e momentaneo risentimento.
Premetto che ho 65 anni e un passato da calciatore e mezzofondista, inoltre la mia professione di ingegnere mi ha portato per lunghi periodi a percorrere montagne per progettare e realizzare impianti eolici, nonché come direttore dei lavori su cantieri stradali, reti gas, reti idriche e fognarie. Questo per darvi un’idea dei miei pregressi fisici e inquadrare le sollecitazioni alle quali ho sottoposto le mie articolazioni.
Trovo l’integratore rivoluzionario, anche in considerazione al fatto che i vari medici e primari “amici” con i quali mi sono confrontato sulla bontà del prodotto, si sono dimostrati molto scettici, asserendo che l’artrosi sia degenerativa!
Con questa testimonianza desidero attestare la bontà del prodotto e il sollievo che può dare alle persone che soffrono, come me, di artrosi.
Le vostre ricerche meritano molta attenzione!
Luigi Fucci, 65 anni
Ho acquistato il prodotto per un’amica di 50 anni con seri problemi di artrosi. Dopo 7 giorni stava già molto meglio e dopo 20 giorni era praticamente sparito ogni dolore e si sentiva più forte, cosa per lei molto importante, visto che fa un lavoro di fatica. Prodotto davvero consigliato.
Maurizio

INVIACI LA TUA TESTIMONIANZA

Nome e cognome:

Età:

Valutazione del prodotto:
 1 2 3 4 5

Email (richiesto):

Testimonianza:

 Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'Informativa sulla privacy
Leggi l'informativa sulla privacy

PROVALO SUBITO

bonartro

Domande frequenti

I comuni analgesici possono procurare un sollievo immediato, ma spesso non risolvono il problema.

Anzi, rischiano di aggravarlo, perché intervengono su processi coinvolti non solo nel dolore infiammatorio, ma anche in funzioni fisiologiche preziose. Per esempio, riducono la secrezione del muco che normalmente riveste lo stomaco, proteggendolo dall’azione corrosiva dell’acido cloridrico. Ne deriva il rischio di ulcere ed emorragie gastriche, che possono essere evitate associando all’analgesico un antiacido. Purtroppo quest’ultimo comporta altri inconvenienti, legati al ruolo fisiologico esercitato dall’acido cloridrico sia nella digestione, sia nell’inattivazione dei batteri infettivi d’origine alimentare.

BONARTRO oa® è diverso. È un rimedio di origine naturale che interviene non sui sintomi del suo disturbo, ma sulla loro causa, che consiste in un difetto delle cartilagini e dei liquidi sinoviali che proteggono le articolazioni, evitando che si usurino e diventino dolenti.

Bonartro oa® a differenza degli antalgici non agisce subito e richiedere trattamenti protratti nel tempo. Questa è proprio la sua missione e la sua forza perché interviene sulle cause del suo disturbo. Glielo potrà sicuramente confermare il suo medico curante.

In BONARTRO oa® il collagene è presente in dosi dell’ordine non dei milligrammi, ma dei grammi dei quali l’organismo ha bisogno. È inoltre associato a calcio e vitamina D, che ne completano l’azione.
La maggior parte degli studi indica una latenza dell’ordine di 2/3 settimane.
Si raccomanda di assumerlo preferibilmente al mattino, prima o durante la colazione.
Sì, la gelificazione è una caratteristica distintiva del collagene.
Sono stati documentati una riduzione del dolore, un miglioramento della mobilità articolare ed una riduzione della dose di antalgici richiesti dal paziente.
No. Nel caso di una gara sportiva, l’assunzione dovrebbe essere protratta per almeno 6/7 giorni. In generale l’assunzione dovrebbe essere continua.
È plausibile, dato che gli sport e i lavori usuranti comportano un aumentato del consumo di collagene.
No, non ha alcun effetto dopante.
Il collagene è una proteina del regno animale, non presente nelle piante: quindi, non esiste un “collagene vegetale”. Così quando si parla di creme o olii a base di estrazioni dalla soia o da altre piante che contengono “collagene vegetale”, dobbiamo sapere che, pur avendo un certo fascino, sono sostanze che nulla hanno a che fare con il vero collagene.
Numerosi lavori clinici indicano che l’assunzione giornaliera di collagene, nella giusta forma e nelle corrette quantità, contribuisce a ridurre il processo di degenerazione delle articolazioni. Secondo alcuni di tali lavori, molti pazienti afflitti da questa fastidiosa patologia hanno ridotto, grazie all’assunzione giornaliera di collagene, il consumo di antinfiammatori e antidolorifi ci, riportando una sensibile diminuzione del dolore.
Nessuno dei nostri prodotti contiene zuccheri o derivati, quindi essi possono essere assunti tranquillamente dai soggetti diabetici.
Il collagene contenuto in BONARTRO oa® è di origine bovina. Il collagene che utilizziamo nelle nostre produzioni proviene da bovini o da pesci, a seconda del prodotto.
Per il processo di lavorazione, l’origine e la composizione, pur non riportando la dicitura gluten free, nessuno dei nostri prodotti contiene glutine. Pertanto tutti i nostri prodotti possono essere assunti tranquillamente dai celiaci.
I lavori scientifici confermano che la dose efficace di collagene è di circa 100mg/kg peso corporeo. Ciò significa che per un soggetto adulto di circa 70 kg, la dose giornaliera consigliata è di circa 7 grammi. L’uso contemporaneo di BONARTRO oa® e CHERASAN cu® non ha quindi riscontro scientifico, in quanto apportano entrambi la dose giornaliera necessaria.
La scelta tra i due prodotti dipenderà quindi dalle indicazioni specifiche.
Nel passato l’impiego alimentare del collagene è stato compromesso dalla presenza di composti tossici, chiamati prioni, implicati nella BSA (la cosiddetta “mucca pazza”), ma questo rischio è stato scongiurato con l’adozione di misure rigorose, che ne garantiscono la sicurezza.
Il collagene, assorbito come tale, può causare una reazione autoimmunitaria, ma tale pericolo sussiste solo con la somministrazione parenterale.
Non sono noti effetti collaterali all’uso di collagene. Tuttavia è sconsigliato, o va assunto sotto stretto controllo medico, nel caso di malattie che impongano una drastica riduzione dell’apporto proteico. Inoltre, consigliamo sempre di far riferimento al proprio medico in caso di gravidanza e in pediatria.
Il collagene è una sostanza naturale presente in molti alimenti e non ha effetti collaterali. Consigliamo comunque di consultare sempre il pediatra, anche per stabilire le dosi corrette da somministrare a bambini e ragazzi.
Il collagene contenuto nei nostri prodotti è parzialmente idrolizzato: questo significa che è pre-digerito in una forma che consente il prolungamento del tempo di assorbimento.
A riguardo, invitiamo ad osservare anche i grafici presenti sul nostro sito, nella descrizione sia di BONARTRO oa® che di CHERASAN cu®, al punto “Composizione”.
Esiste un prodotto in compresse, GADIREL®, specifico per i disturbi gastrointestinali.
Il tipo di idrolisi e la dose di collagene contenuto nelle compresse di GADIREL® sono state studiate per avere effetto in quel tipo di disturbi. Per riportare benefici nei disturbi osteoarticolari, o ottenere un effetto nella caduta dei capelli, occorrono dosi alte e un grado di idrolisi che consentano un elevato assorbimento. In questi casi si ricorre alla polvere delle bustine di BONARTRO oa® o CHERASAN cu®.
Per ora i prodotti SBM sono disponibili solo in alcune farmacie del Lazio, e in particolare a Roma. Potete acquistarli direttamente sul nostro sito o inviarci una richiesta tramite il form. Provvederemo a recapitare i prodotti desiderati direttamente all’indirizzo indicato.
Il periodo minimo di trattamento con BONARTRO oa® per ottenere risultati è di 3 mesi.
Un’artrosi che si manifesta con sintomi fastidiosi e potenzialmente invalidanti richiede una visita medica: sarà quindi il reumatologo a prescrivere una terapia medica appropriata. BONARTRO oa® si segnala per la capacità, documentata da molti lavori clinici, di consentire una sensibile diminuzione dell’assunzione di analgesici riconducibile all’effetto trofico sulle articolazioni. Le indicazioni del medico curante devono restare in ogni caso la via maestra e BONARTRO oa®, soprattutto nella prima fase, va considerato eventualmente un complemento alle terapie prescritte.
Il collagene non ha alcuna controindicazione nei disturbi gastrici, anzi le sue capacità gastroprotettive sono ampiamente documentate e oggetto di un nostro brevetto internazionale.
BONARTRO oa® non può e non deve essere equiparato ai farmaci analgesici e antinfiammatori. BONARTRO oa® allevia il dolore agendo sulle cellule incaricate della costruzione del tessuto osseo, bloccando la loro degradazione, favorendone la riparazione e quindi la scomparsa del dolore.
Esistono numerosi studi clinici a supporto dell’uso del collagene, a patto che sia nella forma assorbibile e alle dosi elevate presenti in BONARTRO oa®, un prodotto che risulta quindi efficace in trattamenti di almeno 3 mesi anche nella condropatia rotulea.

In commercio esistono molti prodotti a base di acido ialuronico da assumere per via orale. Vista la sua struttura, i processi digestivi lo inattivano irrimediabilmente rendendolo inefficace (cfr. http://www.my-personaltrainer.it/integratori/acido-ialuronico.html). Diverso discorso merita la somministrazione intrarticolare, dove esplica la sua funzione idratando e lubrificando le articolazioni. Ad oggi, nessuno studio scientifico ha mostrato la reale efficacia della somministrazione per via orale dell’acido ialuronico e per questo motivo non abbiamo ritenuto opportuno inserirlo nella composizione dei nostri prodotti.

Per la carenza di vitamina D è opportuno seguire le indicazioni del medico curante, che ne prescriverà le dosi raccomandate. BONARTRO oa® apporta soprattutto collagene, che rappresenta la matrice organica dell’osso, mentre la vitamina D e il calcio sono da supporto alla parte minerale. In particolare, la vitamina D contenuta in BONARTRO oa® (250 U.I. dose giornaliera), non può essere intesa come sostituto della terapia in corso, ma può essere considerata un valido supporto per il suo contenuto di collagene, che è una parte fondamentale dell’apparato osteo-articolare.
BONARTRO oa®è un prodotto a base di collagene, calcio e vitamina D, componenti di base dell’apparato osteoarticolare, e agisce quindi sia sulla parte organica che su quella minerale delle ossa e delle articolazioni. Numerosi lavori scientifici confermano la sua efficacia sia per la prevenzione che per il trattamento dell’osteoporosi, per trattamenti con periodi superiori a tre mesi. Occorre comunque tenere sempre presente che l’osteoporosi è una patologia multifattoriale, che richiede l’assistenza diretta del proprio medico curante.
Non ci sono studi clinici o evidenze che possano mettere in relazione i prodotti a base di collagene con questo disturbo.
Il collagene contenuto in Bonartro non è completamente solubile in acqua perché subisce un’idrolisi parziale. Questa è la sua caratteristica distintiva che ne consente un assorbimento massimo a livello intestinale, come documentato dal grafico sui livelli plasmatici riportato sopra.

Gli altri prodotti

cherasan_scatola

CHERASAN cu® nutre capelli, pelle e unghie con le proteine necessarie al ripristino del loro benessere.

Scopri i benefici

yttiogel_scatola

YTTIOGEL® 1% protegge, nutre e ringiovanisce la pelle attivando le sue capacità riparative.

Scopri i benefici

gadirel_scatola

GADIREL® previene e neutralizza il bruciore di stomaco rispettando la digestione.

Scopri i benefici