IL COLLAGENE
PER RIPARARE
I DANNI CUTANEI
PROVOCATI
DAI RAGGI UV-B

Ecco l’estate, il sole, le vacanze… e l’eritema solare.

La tipica scottatura del primo giorno al mare, è in grado di rovinarci le vacanze.
Quando ormai le precauzioni non servono più, ma è necessario agire sulla scottatura, un alleato infallibile è il collagene parzialmente idrolizzato.
Il collagene è proteina della quale è costituita la pelle. Reintegrala in caso scottature solari permette di lenire e proteggere la pelle ustionata, fornendole gli elementi necessari per la sua autorigenerazione.
La ricerca di SBM, avvalorata da una sostanziosa letteratura scientifica, ha valorizzato i principi di funzionamento di base del collagene, concretizzandoli in prodotti in grado di rinforzare l’organismo consentendogli di combattere da solo le aggressioni esterne.
L’utilizzo del collagene per fronteggiare i danni cutanei prodotti dall’esposizione solare è avvalorata anche da uno studio che dimostra che una regolare assunzione di collagene nella dieta giornaliera arresta la disidratazione della pelle esposta ai raggi UV-B e l’iperplasia, riducendo i danni da invecchiamento e disidratazione da raggi UV-B (Tanaka M., Koyama Y., Nomura Y., Biosci Biotechnol Biochem 2009 Apr 23;73(4):930-2. Epub 2009 Apr 7).

COME REINTEGRARE IL COLLAGENE IN CASO DI USTIONI

Il collagene può essere assunto per via orale, per favorire il reintegro della quantità che quotidianamente il nostro organismo consuma. L’impiego topico invece fornisce una protezione dalle aggressioni esterne e contemporaneamente un nutrimento alla cute stressata e danneggiata.
SBM ha brevettato due prodotti adatti a questo uso.

Integrare il collagene per via orale

Per l’integrazione per via orale, parliamo di Cherasan cu, un integratore alimentare in bustine, contenente collagene parzialmente idrolizzato, concepito nelle dosi adeguate a soddisfarne il fabbisogno giornaliero e con una lavorazione particolare da garantirne il totale assorbimento, caratteristica evidenziata dalla consistenza della polvere: granulosa e non completamente solubile in acqua.

cherasanCherasan

Curare le scottature per via topica

Per quanto riguarda l’impiego topico, frutto della ricerca SBM è Yttiogel 1%, un gel a base di collagene marino in grado di fornire gli aminoacidi necessari per proteggere e riparare dagli agenti nocivi.
Esso forma una specie di “cerotto biologico” per la pelle e, in un secondo momento, si dissolve nutrendo la pelle e supportandola nel processo di autoriparazione.

yttiogelYttiogel

L’utilizzo sinergico dei due prodotti agevola i processi di rigenerazione della cute sottoposta a fattori più o meno invasivi di diversa natura quali dermatiti, arrossamenti, irritazioni, ustioni, eritemi, invecchiamento.